Copertina Articolo Pubblicità Online
  • Argomento – Pubblicità Online
  • Fase Startup – Fattibilità

  • Tempo di lettura – 11 minuti

Pubblicità online | Come fare una campagna su Google e Facebook

Hai bisogno di una mano con il tuo progetto?

Lasciaci i tuoi dati, fisseremo una chiamata Skype!

INTRODUZIONE

Come abbiamo detto in un articolo precedente creare contenuti di qualità ed avere un piano per la gestione dei Social Media è fondamentale, ma purtroppo spesso non basta per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. A questo punto entra in gioco la pubblicità online in nostro aiuto. Pensa alla pubblicità online come ad un modo per parlare con degli estranei su grande scala. È un modo straordinario per premere sull’acceleratore una volta determinato chi sono i nostri utenti. Ci sono molti canali su cui possiamo spendere i nostri soldi per acquisire traffico, noi ci soffermeremo sui due mezzi di pubblicità online che al momento risultano più efficaci: Google Adwords e Facebook Ads.

Ci sono molte differenze tra le due piattaforme di pubblicità online, ma la differenza più importante risiede nel fatto che Google Adwords è “basata sulle ricerche” mentre Facebook è “basata sul target degli utenti”.

Conosciamo abbastanza bene il nostro pubblico per capire cosa sta cercando? Se la risposta è sì, abbiamo una buona base per partire con Google Adwords. Se invece conosciamo bene il nostro pubblico dal punto di vista dell’età, della localizzazione e dei loro interessi possiamo partire con Facebook Ads per targetizzare il pubblico e raggiungerlo con la nostra offerta.

La nostra formula per la costruzione di un pubblico, con la pubblicità online, considera due variabili principali:

  • Google Adwords. Il servizio pay-per-click di Google, se sfruttato nel giusto modo, ci consentirà di raggiungere le persone che potrebbero essere interessate al nostro prodotto o servizio sfruttando le parole chiave giuste;
  • Facebook Ads. Facebook per i Social media è importante tanto quanto Google per i motori di ricerca. Una quantità vastissima di persone trascorre una quantità altrettanto vasta di tempo su Facebook. Qui è dove i tuoi clienti si ritrovano e rappresenta uno dei canali migliori per accresce la propria esposizione.
SCOPRI I NOSTRI SERVIZI PER STARTUP

GOOGLE ADWORDS

Google Adwords sta al marketing come il caffè sta alla nostra ruotine mattutina. Ci permette di premere sull’acceleratore e di accrescere il nostro tasso di acquisizione clienti. Google Adwords è un’ottima piattaforma di pubblicità online per un sacco di motivi, ma il suo superpotere consiste nel porti di fronte alle persone nell’esatto momento in cui stanno cercando qualcosa.

Per iniziare con Google Adwords ti consigliamo innanzitutto di visitare il loro sito web all’indirizzo https://ads.google.com/home/ e cliccare su “Inizia ora”.

Per iniziare sarà necessario avere un indirizzo e-mail e un sito web aziendale. Se ancora non hai un sito web puoi utilizzare Google Adwords nella sua versione light. Per quanto riguarda l’indirizzo e-mail, se hai già un account Google (come gmail, ad esempio) puoi utilizzare quello. In caso contrario, o se desideri utilizzare un indirizzo e-mail differente, fai clic su “Crea un account” e segui i vari passaggi per creare e confermare il tuo nuovo account Google.

Se desideri che altre persone del team accedano al tuo account di Google Adwords, puoi invitarle seguendo le indicazioni contenute qui https://support.google.com/google-ads/answer/6372672.

Adwords Keyword Planner

Poiché il nostro obiettivo è acquisire clienti tramite la pubblicità online, dobbiamo assicurarci di selezionare frasi e parole chiave che questi clienti effettivamente utilizzerebbero su Google. Per fare ciò utilizzeremo uno strumento molto utile che Google ci mette a disposizione https://ads.google.com/home/tools/keyword-planner/. Se ancora non hai un account Google Adwords non puoi utilizzare questo strumento e quindi ti consigliamo di utilizzare un altro tool simile per la ricerca delle Keyword più appropriate: https://neilpatel.com/it/ubersuggest/.

Pensa allo strumento “Adwords Keyword Planner” come ad un dizionario dei sinonimi potenziato. Noi inseriremo alcune frasi che pensiamo vengano utilizzate dai potenziali clienti nella loro ricerca e Google ci mostrerà delle frasi simili, il volume di traffico collegato ad ogni keyword, quanto sono competitive le varie keyword e ultimo, ma non per importanza, quanti soldi dovremmo spendere in pubblicità online su ogni keyword per raggiungere determinati livelli di traffico.

Prima di iniziare ad utilizzare questo strumento dovremo impostare le opzioni avanzate secondo i nostri bisogni. Se, ad esempio operiamo a Milano:

  • Impostiamo come “Luogo”: Italia;
  • Impostiamo come “Lingua”: Italiano;
  • Impostiamo come “Device”: Desktop e dispositivi mobili.

Dopodiché, clicchiamo sul menù e ci appariranno diversi dati:

  • Concorrenza;
  • Ricerche mensili locali;
  • Costo per Clic (CPC).

Come troviamo le keyword giuste?

  • I software sono molto utili. Infatti, grazie a software come Adwords Keyword Planner e Ubersuggest siamo in grado di capire se la keyword selezionata ha un volume di traffico abbastanza elevato da giustificare un investimento in pubblicità online e qual è la competitività di ogni keyword. Oltre all’analisi quantitativa è però importante capire chi sono le persone che cercano determinate keyword: “Sappiamo se le persone che cercano quella particolare keyword sono interessate e sono in grado di acquistare i nostri prodotti?” Se non lo sono, stiamo buttando via i nostri soldi! Quindi dovremo dedicare un po’ di tempo alla comprensione di ogni keyword;
  • Possiamo permetterci di fare pubblicità online su una particolare keyword? Per rispondere dobbiamo calcolare il nostro costo per clic massimo (ovvero la soglia massima per il quale è finanziariamente conveniente pagare per un click) e confrontarlo con il costo per clic stimato della keyword. Se il nostro CPC massimo è minore o uguale al CPC della keyword allora possiamo tenere in considerazione quella determinata keyword. In caso contrario dovremmo trovarne un’altra più adatta alle nostre tasche. Il nostro CPC massimo si basa su alcune variabili e possiamo calcolarlo come segue:
    • (profitto per cliente) x (1 – margine di profitto) x (tasso di conversione)
    • Profitto per cliente = Vendite nette riferite ad un cliente;
    • Margine di profitto = (Vendite nette – Costo dei beni venduti) ÷ Vendite nette;
    • Tasso di conversione = Numero visitatori che accedono ad una pagina ÷ Numero di questi che compiono una determinata azione (detta conversione).
  • Utilizza le “Long tail”. Ossia quelle keyword composte da più parole (magari 3 o più) che anche se hanno un volume di traffico basso rispetto alle keyword principali sono meno competitive e spesso molto più mirate, garantendo un tasso di conversione maggiore;
  • Cavalca i trend. I trend sono sicuramente gli argomenti più sentiti e più cercati, quindi approfittatene e cercate di utilizzarli a vostro favore per aumentare il traffico e l’efficacia del vostro annuncio. Uno strumento molto utile per identificare i trend è Google Trends (https://trends.google.com/trends/);
  • Analizza i concorrenti. Ossia un “viaggio nel tempo” per saperne di più sulle keyword, sulle landing page e sugli annunci che in passato hanno funzionato all’interno del nostro settore, o che hanno fallito miseramente, così da evitare di fare gli stessi errori.

Per ottenere i dati pubblicitari storici dei nostri clienti, non sarà necessario parlare con degli strani tizi che indossano una maschera di Guy Fawkes. Sarà infatti sufficiente utilizzare alcuni strumenti che abbiamo a disposizione, senza entrare in contatto con gli Anonymous, ecco alcuni dei più efficaci:

Nell’analizzare i nostri concorrenti dobbiamo prestare molta attenzione alla data in cui hanno iniziato a fare pubblicità online su una determinata keyword. Infatti, se hanno utilizzato una keyword per un lungo periodo di tempo, è possibile che sia una parola chiave molto efficace, quindi la aggiungeremo al nostro elenco di keyword.

Crea il tuo annuncio

  • Accedi al tuo account Google Ads creato in precedenza;
  • Crea una nuova campagna;
  • Individua la tua attività e il tuo pubblico:
    • Qual è il tuo obiettivo pubblicitario principale? Seleziona l’obiettivo tra quelli proposti come ad esempio “Ricevere più chiamate”, “Aumentare le vendite o le registrazioni sul sito web”, “Ricevere più visite nella sede fisica”;
    • Descrivi la tua attività. In questa fase dovrai inserire il nome della tua attività commerciale e il sito web della società;
    • Dove si trovano i tuoi clienti? Dovrai inserire l’indirizzo della tua attività e il raggio d’azione della campagna, coprendo l’area che desideri. Per esempio, possiamo indicare “Milano, MI, Italia” con un raggio di 25 km. Google ci mostrerà il numero di persone che indicativamente effettuano ricerche in quell’area, nel nostro caso “25.521.174 persone al mese”;
    • Definisci il tuo prodotto o servizio. Seleziona la lingua che vuoi utilizzare per la pubblicità, nel nostro caso “Italia” e individua la categoria della tua attività, per esempio “Consulenza aziendale”. Dopo aver definito questo inserisci le Keyword individuate in precedenza.
  • Scrivi il tuo annuncio. Qui dovrai inserire il titolo, la descrizione dell’annuncio e l’URL di destinazione (ad esempio l’URL della tua Landing Page). Mentre completerai i campi, nel riquadro a destra “Anteprima annuncio” verrà visualizzata un’anteprima per dispositivi mobili e per desktop dell’annuncio;
  • Imposta il tuo budget. il budget giornaliero scelto rappresenta un valore medio, pertanto l’importo speso quotidianamente dall’account può variare. Tuttavia, l’importo totale speso in un mese non supererà mai il budget mensile massimo. Google inoltre ti indicherà la fascia di Budget spesa mediamente dai tuoi concorrenti, e i clic che potresti raggiungere mensilmente con il budget selezionato (e in base alle keyword scelte);
  • Quando hai concluso di scrivere l’annuncio e di rivedere i dati inseriti, clicca sul pulsante “Salva annuncio”.

Prima di pubblicare il tuo annuncio, Google Adwords controllerà che il contenuto e la formattazione siano in linea con le proprie norme pubblicitarie.

Cosa possiamo offrire nella nostra campagna pubblicitaria su Google Adwords per fare in modo che i potenziali clienti non possano resistere? Inoltre, in che modo possiamo distinguere il nostro annuncio da tutti gli altri?

Oltre ad inserire una Call to Action efficace, dobbiamo assicurarci che il contenuto della nostra campagna pubblicitaria sia:

  • Prezioso;
  • Credibile;
  • Unico.

Tutto il traffico prodotto dalla pubblicità online dovrà essere indirizzato ad una landing page, di cui abbiamo ampiamente parlato nell’articolo precedente.

FACEBOOK ADS

L’altra piattaforma di pubblicità online è Facebook Ads. Facebook proverà a farci impostare la campagna pubblicitaria e a farci spendere i nostri soldi nel modo più rapido possibile (beh, non è una novità). Per questo è necessario capire come creare una campagna pubblicitaria efficace senza farsi prendere dalla fretta.

Il processo di creazione di una pubblicità online su Facebook è piuttosto semplice. Una volta effettuata la registrazione (come spiegato nell’articolo precedente (LINK)) sarà possibile avviare la prima campagna.

Tutte la campagne pubblicitarie su Facebook Ads vengono gestite tramite lo strumento “Gestione annunci di Facebook” a cui è possibile accedere tramite un collegamento diretto all’indirizzo https://www.facebook.com/business/ cliccando su “Crea un’inserzione”, oppure cliccando su “Gestisci annunci” nel menù a cascata sul proprio account Facebook, o ancora cliccando su una Call to Action che trovi nella tua pagina di Facebook come “Promuovi la tua pagina”.

Imposta degli obiettivi

Prima di creare degli annunci pubblicitari è importante focalizzare il motivo per cui stiamo facendo pubblicità online e quali sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere. In questo modo puoi misurare l’efficacia della campagna rispetto alle tue aspettative e rispetto ad altri strumenti di pubblicità online, come Google Adwords, di cui abbiamo parlato in precedenza.

Alcuni obiettivi potrebbero, per esempio, essere:

  • Raggiungere un certo numero di download della nostra app;
  • Aumentare i partecipanti ad un nostro evento;
  • Aumentare il traffico sul sito web;
  • Aumentare la visibilità dei nostri contenuti su Facebook;
  • Aumentare l’engagement sulla nostra pagina Facebook.

Quando clicchi su “Crea un’inserzione” verrai indirizzato ad una pagina in cui dovrai fissare l’obiettivo della tua campagna.  Ci sono 10 opzioni divise in tre macro-aree:

  • Notorietà. Gli obiettivi specifici sono:
    • Notorietà del brand;
    • Copertura

Se hai un budget limitato, è probabile che tu ottenga il massimo risultato dal tuo investimento in pubblicità online, Moz ha scoperto che con 1$ al giorno puoi accrescere il tuo pubblico di 4.000 persone.

  • Considerazione. Gli obiettivi specifici sono:
    • Traffico;
    • Interazione;
    • Installazione dell’app;
    • Visualizzazione del video;
    • Generazione di contatti;
    • Messaggi.
  • Conversione. Gli obiettivi specifici sono:
    • Conversioni;
    • Vendite dei prodotti del catalogo;
    • Traffico nel punto vendita.

Definisci il pubblico e il budget

Questo passaggio è estremamente importante per il successo, o il fallimento, della tua campagna su Facebook Ads. Il pubblico a cui verrà mostrato il tuo annuncio può essere targettizzato in base ad una serie di caratteristiche demografiche:

  • Luoghi: si parte fissando un indirizzo specifico e poi si definisce un raggio d’azione;
  • Età;
  • Genere;
  • Lingua;
  • Interessi: Facebook è in grado di esaminare gli interessi di una persona, le attività, le pagine che segue e gli argomenti correlati;
  • Comportamenti;
  • Connessioni: per esempio, puoi scegliere di mostrare l’annuncio solo alle persone che già seguono la tua pagina, o che non la seguono. Oppure con le impostazioni avanzate puoi scegliere di mostrare l’annuncio solo alle persone che seguono una certa pagina, che hanno scaricato un app o che hanno messo “Parteciperò” ad un evento.

Dopo aver selezionato il tuo pubblico di riferimento, devi scegliere quanto desideri spendere per il tuo annuncio. Quando si imposta un budget è importante ricordare che questa cifra rappresenta la cifra massima che si è disposti a spendere, e non la cifra esatta. Inoltre, Facebook Ads ti dà la possibilità di impostare il budget in due modi differenti:

  • Budget giornaliero;
  • Budget totale.

Crea il tuo annuncio

Arrivati a questo punto le cose iniziano a farsi interessanti. È il momento di scegliere l’immagine (o il video), il titolo e la descrizione del post da promuovere. Per il testo della descrizione, hai a disposizione 90 caratteri per condividere un messaggio che verrà visualizzato sopra all’immagine (o al video). Per quanto riguarda le specifiche dell’immagine o del video potrete trovarle accanto al riquadro del contenuto.

Esistono due modi per creare annunci:

  • Utilizzando un post esistente;
  • Creando un nuovo annuncio. Se desideri creare il tuo annuncio da zero, la prima cosa da fare è selezione il formato che desideri utilizzare. Attualmente Facebook offre due formati principali per la pubblicità (i formati variano a seconda dell’obiettivo che hai fissato):
    • Carosello: due o più immagini (o video) tra cui scorrere;
    • Immagine (o video) singolo.

Una volta selezionato il formato devi aggiungere il contenuto al tuo annuncio: l’immagine o il video, e il testo. Questa parte è la più importante, determinerà infatti il successo o meno dell’annuncio.

Scegli dove posizionare gli annunci

Il posizionamento dell’annuncio definisce la posizione all’interno di Facebook in cui viene mostrato l’annuncio. Gli annunci possono essere visualizzati nel feed delle notizie per dispositivo mobile, nel feed delle notizie per desktop e nella colonna di destra di Facebook. È stata inoltre introdotta anche la possibilità di creare annunci da pubblicare su Instagram.

Facebook consiglia di utilizzare i posizionamenti predefiniti per l’obiettivo che hai scelto, in questo modo è possibile ottimizzare i posizionamenti al fine di ottenere il risultato migliore, con il budget scelto. Questa opzione è consigliata specialmente se sei alle prime armi con l’uso di Facebook Ads.

Con questo articolo abbiamo concluso il modulo riguardante l’acquisizione dei clienti, ora passiamo ad analizzare un argomento che sta particolarmente a cuore agli Startupper, per la sua importanza: trovare finanziamenti!

Hai bisogno di una mano con il tuo progetto?

Lasciaci i tuoi dati qui sotto, ti ricontatteremo per fissare una chiamata Skype!