Copertina Articolo Content Marketing
  • Argomento – Content Marketing

  • Fase Startup – Fattibilità

  • Tempo di lettura – 9 minuti

Content Marketing Strategy | Come creare contenuti efficaci

INTRODUZIONE

L’interesse per il Content Marketing è esploso negli ultimi anni, per ovvie ragioni. Prima su tutte: funziona!

Uno studio condotto da Conductor ha dimostrato che i contenuti educativi aumentano del 131% le probabilità dei consumatori di acquistare. Questo discorso non vale solo per il B2C, infatti anche i marchi B2B possono trarre un grande valore dal Content Marketing. Una ricerca stima che il Content Marketing costa il 62% in meno rispetto al marketing tradizionale, generando circa 3 volte dei lead in più.

Già solo questo dovrebbe bastare per convincerti dell’importanza del Content Marketing, ma andiamo più nello specifico.

Content Marketing cos’è

Prima di entrare nel cuore del Content Marketing, facciamo un passo indietro per capire esattamente di cosa stiamo parlando. Abbiamo sentito di tutto sul Content Marketing e su quanto possa essere fantastico per la tua attività (vedi sopra!). Ma è comunque d’obbligo chiarire di cosa stiamo parlando.

Il Content Marketing è un approccio di marketing strategico in cui le aziende sviluppano contenuti con l’obiettivo di aumentare l’engagement dei propri clienti, sensibilizzare sul marchio, e attrarre potenziali (nuovi) clienti.

Il contenuto deve essere rivolto ad un pubblico ben definito e può essere sotto forma di:

  • Articoli;
  • Video;
  • Infografiche;
  • Immagini;
  • Podcast;
  • Case Study;
  • Ebook e molto altro ancora.

Il Content Marketing può essere fatto sui Social Media (come Instagram o Facebook), sui Blog, sul Sito Web dell’azienda e in generale ovunque sul Web. Ricorda, un canale non esclude l’altro, ma ogni canale avrà delle sue “regole non scritte” a cui dovrai sottostare se vuoi avere successo nella creazione di contenuti.

Quali sono i vantaggi del Content Marketing?

Se fatto bene, attraverso la creazione di contenuti unici e interessanti che parlano ad un pubblico ben definito, il Content Marketing potrà darti degli incredibili benefici:

  • Consapevolezza del brand: aiuta i potenziali clienti che non conoscono ancora il tuo marchio a trovarti e sceglierti tra tutte le alternative presenti;
  • Fiducia e autorità: creando contenuti di valore in relazione ad un argomento specifico, o a più argomenti all’interno di un settore, potrai guadagnare fiducia e autorità agli occhi dei potenziali clienti;
  • Guadagnare visibilità: ottimi contenuti incoraggeranno gli utenti a condividerli attraverso i propri canali social. Questo ti permetterà di ottenere una maggiore, e più genuina, visibilità;
  • Autorità del dominio: se i contenuti che crei saranno a disposizione sul tuo Sito Web potranno aiutare anche a rafforzare l’autorità del dominio del tuo sito grazie ad un maggior numero di visite;
  • Conversioni: quando avrai una certa dimestichezza con il Content Marketing potrai promuovere i tuoi beni o servizi generando vendite, lead, iscrizioni a newsletter o altro;
  • Social media: i contenuti creati saranno un ottimo strumento da sfoggiare sui Social Media, sia per raggiungere più persone sia per avere contenuti di qualità all’interno della tua “vetrina”;
  • SEO: uno dei grandi vantaggi del Content Marketing, fatto all’interno del proprio Sito Web, è l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Infatti, grazie al maggior numero di contenuti pubblicati e all’opportunità di sfruttare i link interni, potrai generare traffico organico e di qualità;
  • Influencer marketing: creare contenuti di qualità ti darà la possibilità di collaborare con altri creatori di contenuti nel tuo settore, ottenendo più spazio senza grandi budget pubblicitari.

Ci sono degli aspetti negativi?

Se così si vogliono definire sì, un buon Content Marketing richiede tempo e fatica.

I contenuti di qualità non possono essere creati rapidamente, hanno infatti bisogno di tempo e competenze per essere pensati, creati e condivisi correttamente sui tanti canali a disposizione. È inoltre necessario strutturare una strategia di Content Marketing. Infatti solo perché hai un blog o condividi i tuoi video su Facebook non significa che stai facendo una campagna di Content Marketing.

Buttare fuori contenuti senza una strategia o un pubblico ben definito non avrà l’impatto e il successo desiderato e il tempo speso non verrà ripagato.

Anche il Content Marketing, così come la SEO, è una strategia che porta frutti a lungo termine: non vedrai risultati immediati come succede in una campagna pubblicitaria a pagamento.

COME SI INIZIA A FARE CONTENT MARKETING

Ok, sappiamo cos’è il Content Marketing e come questo può aiutarci con lead e vendite, ma da dove iniziamo? Prima di fare qualsiasi cosa, devi iniziare definendo la tua strategia. In particolare:

  • Obiettivo: innanzitutto, qual è l’obiettivo che vuoi raggiungere con il Content Marketing? È la brand awareness? Stai cercando di aumentare le visite al tuo Sito Web? Vuoi che il tuo brand sia percepito come autorevole all’interno del settore? Devi avere un’idea chiara di ciò che speri di realizzare con il Content Marketing e agire di conseguenza. Una volta individuata la strategia dovrai condividerla con tutti i creatori di contenuti e membri del team;
  • Pubblico: dovrai poi fare alcune ricerche per identificare chi è il tuo pubblico di riferimento e quale potrebbe essere il punto di incontro con il cliente. Chi prevedi di raggiungere con il Content Marketing? I Millennials? Le mamme con bambini piccoli? Gli uomini sopra i 55 anni? Se la tua risposta è tutti, non va bene, è una risposta troppo ampia! Se vuoi parlare con tutti, alla fine non parlerai con nessuno! Potresti anche scegliere come target di riferimento del Content Marketing più di un pubblico, ma sarà necessario definire le diverse tipologie di individui in modo da poter adattare i contenuti ai molteplici gruppi. Un buon modo per definire il tuo target potrebbe essere quello di osservare i dati demografici dei clienti esistenti oppure utilizzare dei sondaggi.

Se vuoi parlare con tutti, alla fine non parlerai con nessuno!

Controlla i tuoi contenuti esistenti

È probabile che tu abbia già alcune creato alcuni contenuti in passato. Il primo step da fare nella creazione di una Content Marketing Strategy è fare un “inventario” di ciò che già hai creato.

I contenuti esistenti possono essere infatti riutilizzati adattandoli alla nuova strategia e al pubblico di riferimento che hai individuato precedentemente. O magari, in una situazione ideale, hai già degli ottimi contenuti che non sono però stati promossi in maniera efficace e hanno ricevuto poche interazioni e visualizzazioni. In questo caso potresti sfruttare i vecchi contenuti con uno sforzo minimo, ossia con la ripubblicazione dei contenuti stessi.

Analizza i competitor

Una volta che hai un’idea di quali contenuti hai già, inizia a guardare chi sono i tuoi competitor e qual è la loro presenza online.

Ricorda, in questo caso i tuoi competitor sono sia quelli con prodotti e servizi simili sia le realtà che potrebbero essere considerate concorrenti in termini di contenuti (per esempio cerca su Google alcune keyword in cui vorresti posizionarti con il tuo blog e scorri le prime pagine della ricerca). Insomma, se hanno contenuti simili, considerali come concorrenti in questa fase.

Con un elenco di competitor in mano puoi iniziare a guardare i loro siti e profili social, per poi classificarli in base alla tipologia di contenuti che pubblicano.

Hanno un blog, una community su Facebook, fanno video su YouTube? Quali categorie e argomenti trattano? Cosa stanno facendo davvero bene?

Prendi ispirazione da quanto hai visto e prova a capire quali tipologie di contenuti sono più adatti per te e per la tua attività. Sia chiaro, non stiamo certamente dicendo di copiare (in quanto oltre ad essere poco etico sarebbe poco funzionale) ma solo di prendere spunto per delle idee, per dei temi trattati, per approcci di gestione della community, andando poi a cucire su te stesso la strategia di Content Marketing più adatta. Questo ti aiuterà ad avere idee se non sai da dove partire e soprattutto può farti comprendere meglio cosa funziona nel tuo settore e cosa no.

CREA UN CALENDARIO EDITORIALE

Con una strategia di Content Marketing in atto, il tuo prossimo passo è creare un calendario editoriale. Questo dovrebbe essere un vero e proprio calendario in cui andrai a scrivere gli argomenti da trattare e i contenuti con cui farlo, che potrà poi essere modificato in base alle esigenze.

CoSchedule, ad esempio, è un buon strumento per organizzare il tuo calendario.

La struttura del calendario varierà da caso in caso, ma in genere è bene includere:

  • L’argomento;
  • Chi andrà a creare il contenuto;
  • In quale giorno verrà creato;
  • In quale giorno verrà revisionato;
  • In quale giorno sarà pubblicato;
  • Dove verrà pubblicato;
  • L’URL, le keyword, il SEO Title, la SEO Description (nel caso si tratti di un articolo pubblicato sul proprio Blog);
  • I post sui social media ecc.

Prima di creare i contenuti della successiva settimana (o mese) è una buona idea tenere una riunione dedicata per delineare i successivi argomenti da trattare e per ricordarsi in quale direzione si vuole andare.

La cadenza della pubblicazione dipenderà dalla quantità di contenuti che sei in grado di creare. Ti consigliamo di avere una presenza costante, per esempio se hai un Blog pubblica ogni settimana o massimo ogni due settimane, quando si parla invece di Social Media la frequenza dovrebbe essere maggiore (più volte a settimana).

Tieni già in considerazione che spesso ti troverai a dover modificare il tuo calendario, non c’è nulla di male in questo, anzi!

Come si determinano gli argomenti dei contenuti?

L’ideazione dovrebbe essere un processo collaborativo (a meno che abbiate un esperto dedicato solo al Content Marketing). Ecco alcune cose da tenere in considerazione quando si compila il calendario dei contenuti:

  • Parti dai contenuti già esistenti (che hai individuato in precedenza);
  • Crea contenuti di supporto per sostenere efficacemente le pagine del tuo Sito Web;
  • Dedica il giusto tempo al Content Marketing, proprio come faresti con qualsiasi altro impegno relativo al marketing (potrebbe capitare di sottovalutare questo processo, specialmente agli inizi);
  • Le persone che si occupano dei prodotti (o servizi) dovrebbero avere voce in capitolo nella selezione degli argomenti in quanto potrebbero dare spunti interessanti in relazione alle iniziative imminenti;
  • Presta attenzione ai trend (aiutati guardandoti in giro, specialmente sui Social o su tool come Google Trends;
  • Parla con i tuoi dipendenti: che problemi riscontrano nei clienti? Ci sono temi o domande comuni che potrebbero portare alla creazione di un contenuto?
  • Parla direttamente con i tuoi clienti: che tipo di contenuto vorrebbero?
  • Ed ultimo: tieni sempre a mente gli obiettivi aziendali mentre pianifichi il calendario!

NB: a volte può essere utile avere un elenco molto ampio di potenziali argomenti da trattare che verranno poi esaminati e classificati usando parametri come la priorità, o l’interesse riscontrato per esempio.

PROMUOVI I TUOI CONTENUTI

La semplice pubblicazione dei tuoi contenuti online non sarà sufficiente per ottenere immediatamente visualizzazioni ed engagement. Il Content Marketing non funziona così, purtroppo!

Dovrai promuovere in modo incrociato i tuoi contenuti sui canali disponibili. Qualunque sia la piattaforma social su cui ti trovi – Facebook, YouTube, Twitter, LinkedIn, Instagram ecc. – vorrai condividere lì i tuoi contenuti. Ricorda però che non tutte le piattaforme potrebbero essere giuste per te o per i tuoi contenuti, dovrai scegliere accuratamente quale canale è il migliore.

Alcuni consigli per la promozione dei tuoi contenuti:

  • Considera di promuovere i post se vuoi aumentare le visualizzazioni velocemente, ma magari non farlo subito in quanto i primi contenuti potrebbero non essere di qualità rispetto a quelli successivi;
  • Incoraggia i dipendenti a condividere i contenuti con i loro account privati, se hanno piacere a farlo;
  • Non dimenticare di promuovere il contenuto all’interno della Newsletter, se ne possiedi una;
  • Cerca opportunità di collaborazione con altri creatori di contenuti in modo da creare un supporto vicendevole.

ANALIZZA LE METRICHE E RIVEDI LA STRATEGIA

La tua Content Marketing Strategy dovrebbe essere continuamente rivista e aggiornata. Utilizza le analisi e il posizionamento delle parole chiave, o gli Insights di Instagram e Facebook, per capire quali contenuti ottengono il maggior numero di visualizzazioni e il miglior engagement.

Per esempio gli articoli con un elevato engagement, ma poco traffico dovrebbero essere ottimizzati meglio usando le tecniche SEO. Viceversa se hanno un basso engagement trova argomenti più interessanti o modifica il tuo metodo di scrittura del contenuto.

Cerca dei temi efficaci o delle formula per il successo: ci sono sempre dei contenuti che funzionano meglio degli altri. Individua la causa del successo e replica ciò che ha funzionato!

CONCLUSIONI

Ricapitolando:

  • Inizia con una strategia ben definita, che identifichi il tuo pubblico di riferimento e i tuoi obiettivi;
  • Comprendi quali contenuti già esistenti potresti riutilizzare e quali contenuti pubblicano i tuoi competitor;
  • Crea contenuti di qualità e segui un calendario editoriale;
  • Promuovi i tuoi contenuti sui canali più adatti;
  • Rivedi continuamente la strategia e i contenuti pubblicati per individuare ciò che funziona e cosa no.

Se hai bisogno di una mano contattaci a info@intravibes.com, capiremo insieme quale percorso potrebbe essere più adatto per te e per il tuo progetto!

Hai bisogno di una mano con il tuo progetto?

Lasciaci i tuoi dati qui sotto, ti ricontatteremo per fissare una chiamata Skype!